Il Sesso con la neve è più bello

sesso con la neve

L’inverno era appena cominciato e per le vacanze natalizie avevo voglia di nuove esperienze.

Ero una ragazza di soli vent’anni ed abitavo in un piccolo paese di montagna, dove lavoravo presso l’impianto di risalita delle piste da sci che rendevano ricco questo piccolo paese.

In questo periodo, il paese si riempiva di turisti ai quali piaceva questo bellissimo sport invernale, si rivedevano volti di persone conosciute durante gli anni passati ed anche persone nuove, con le quali condividere nuove passioni.

Tra i volti nuovi di quest’anno, mi era molto simpatico Luca, che di mestiere faceva il cuoco e che aveva deciso di fare una piccola vacanza invernale.

Luca era molto loquace, e anche per questo motivo ero attratta da lui, che con la sua solarità contribuiva a rallegrare le mie giornate lavorative.

Parlando del più e del meno, Luca mi guardava con aria interessata e vogliosa di poter approfondire la mia conoscenza. La mia sensazione si concretizzò quando, in maniera diretta, mi invitò a prendere un punch caldo presso la baita che aveva preso in locazione per la sua vacanza.

Quel punch riscaldò il nostro pomeriggio e le nostre coccole lo fecero ancora di più.

Dopo quelle chiacchiere di circostanza che servirono a farmi capire quanto fosse forte il suo desiderio di possedermi, Luca posizionò la sua bocca sulla mia e con fare avventuroso mi diede un bacio intenso che aprì la strada alla passione.

Mi tolse il maglione di dosso e mise le sue mani sul mio grande seno, giocò con i miei capezzoli fino a farli diventare turgidi e pronti ad essere ciucciati. Succhiò con grande desiderio i miei seni, e poi si dedicò alla mia vagina inumidita dalla voglia di accoglierne il suo membro. Leccò la mia passera con la con la foga di un pornoattore, e stringendo tra le labbra il clitoride, presto il mio orgasmo fu incontenibile e il mio ansimare ne fu la dimostrazione.

Luca strinse i miei fianchi e cominciò a strusciare sulla mia vagina il suo pene eretto; fino ad affondare dentro di me.

Con grande virilità si mosse sinuosamente dentro di me, e ripetutamente andava su e giù senza indossare il preservativo, eravamo entrambi goduriosi.

I nostri orgasmi erano ormai vicini: Luca interruppe il coito e inondò il mio grazioso viso di caldo sperma che in parte ingoiai aumentando le mie eccitanti contrazioni.

Quei momenti furono i più caldi della mia vita e speravo di incontrare anche durante la prossima stagione un uomo così virile.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*